Iscrizione alla Conference
Assosef aderisce all’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile

XI GREEN GLOBE BANKING

Conference & Award

13 dicembre 2017 | Roma

 

GGB 2030
Financial Services for SDGs

 

GRAN PREMIO DELLO SVILUPPO SOSTENIBILE 
Vince BNL Gruppo BNP Paribas
Ad ASviS il Premio Ad Honorem

 vai  su www.assosef.org

Torna in cima

Il Green Banking in Europa

Condividi su:
Pubblicato il 26/04/2013

Iscriviti alla Newsletter The Green Banker

Partecipa alla discussione sul gruppo  View our profile on LinkedIn


  

Green Banking per la crescita sostenibile: il quadro europeo 

In questo momento di crisi, l'Unione Europea sta cercando di rilanciare la propria economia attraverso una serie di misure che promuovono la crescita sostenibile. Alcune di queste sono inquadrate nella Strategia per il 2020, mentre altre vengono attuate direttamente dalle istituzioni europee, a partire dalla Banca Europea degli Investimenti (BEI)

Stabilita con il Trattato di Roma, la BEI appartiene ai 27 Stati Membri ed il pi grande istituto bancario multilaterale a livello mondiale.
Indipendente dal punto di vista finanziario, negli ultimi anni la BEI ha attuato numerose politiche che si richiamano al Green Banking, finanziando progetti legati alla sostenibilit. Contrariamente a quanto si potrebbe pensare, la BEI non si occupa solamente di finanziare grandi opere infrastrutturali, ma intende anche operare a favore delle PMI, che vengono riconosciute come un'importante risorsa per l'economia europea.

7^ Green Globe Banking Conference

13 giugno 2013 - a partire dalle ore 15

Milano

Trovare soluzioni per fare banca in tempo di crisi.

Il Green Banking tra criticit nell'accesso al credito e sviluppo dei mercati della Green Economy:

energia, smart city, agroalimentare, turismo sostenibile, edilizia ecoefficiente.

 PER ISCRIVERTI

 
Promuovere un'economia efficiente e attenta all'ambiente.
 
Il 25% dei finanziamenti della BEI viene utilizzato per interventi volti a mitigare le emissioni di gas serra e a contrastare i cambiamenti climatici.
La Banca si rivolge sia a investitori pubblici (come le amministrazioni locali dei singoli Stati Membri) che a soggetti privati.
Recentemente, per esempio, la BEI ha finanziato la nascita di uno stabilimento per la produzione della prima automobile elettrica Nissan in una zona della Gran Bretagna, col duplice obiettivo di promuovere la mobilit sostenibile e creare posti di lavoro.
Numerosi anche i finanziamenti al settore dei trasporti, che si rivela strategico sia per la crescita economica che per l'abbattimento delle emissioni. Dalla sua nascita, la BEI ha prestato l'equivalente di 220 miliardi di euro al settore: un quarto dei suoi prestiti complessivi.
Un altro settore privilegiato di investimento riguarda le aree urbane, dove ormai si concentra una gran parte della popolazione europea: negli ultimi 5 anni, la BEI ha investito 24 miliardi di euro in numerosi progetti con lo scopo di contribuire a rendere le citt sempre pi vivibili e innovative. Considerando che le citt europee assorbono l'80% dell'energia utilizzata e producono l'80% dei gas serra, un intervento in questo ambito fondamentale.
La Banca Europea collabora anche con la Commissione per mettere in campo azioni specifiche: il progetto JESSICA (Joint European Support for Sustainable Investment in City Areas), per esempio, si occupa di promuovere la collaborazione di amministrazioni locali, banche e investitori privati per la messa in atto di interventi di rigenerazione urbana.
 
 
Green Banking For Life: un esempio di intervento sul settore bancario.
Anche se da tempo le istituzioni europee hanno compreso l'importanza di stimolare gli investimenti sull'economia sostenibile, manca ancora un quadro di riferimento complessivo che si rivolga specificamente al settore bancario e che ne stimoli l'impegno ad adottare pratiche green.
Eppure, un esempio di intervento virtuoso esiste. Il progetto Green Banking for Life, che ha coinvolto la Banca del Pireo dal 2006 al 2009, ha ottenuto risultati estremamente positivi. L'intervento ha affrontato sia gli impatti diretti dell'istituto bancario, sia quelli indiretti. Sul primo versante, stato attuato un percorso di formazione del personale per evitare gli sprechi, sono state adottate pratiche di riciclo e sono state attuate misure di risparmio energetico, con l'installazione di impianti fotovoltaici. Nell'arco del progetto si calcolata una riduzione di emissioni pari a 10 tonnellate di CO2.
Dal punto di vista dei prodotti bancari offerti ai clienti, la proposta di linee di credito dedicate ai progetti green ha fatto la differenza: la Banca ha finanziato il 12% dei nuovi impianti per la produzione di energia sostenibile e il 30% dei piccoli impianti fotovoltaici domestici che sono stati installati in Grecia. Questi dati evidenziano che l'adozione di pratiche green e la proposta di prodotti ad hoc ha avuto un effetto positivo non soltanto sulla banca, ma sull'economia nel suo complesso.
Dopo aver intrapreso uno studio di fattibilit e aver attuato una campagna di comunicazione, la Banca ha lanciato 14 prodotti green e ha formato i suoi dirigenti affinch il green banking diventi un valore aziendale condiviso.
Questo esempio dimostra che investire sul Green Banking significa investire sul futuro dell'Europa. Non resta che sperare che si moltiplichino non soltanto le iniziative delle istituzioni, come BEI e Commissione, ma anche gli interventi diretti rivolti al settore bancario dell'UE.
Per approfondire questi temi e per saperne di pi sullo stato del Green Banking in Italia, vi invitiamo alla Settima Edizione del Green Globe Banking Award & Conference, che si terr a Milano il 13 Giugno 2013.
 
 
L'Albo d'oro del Green Globe Banking Award
Anche quest'anno Green Globe Banking proporr, all'interno della stessa giornata, sia la Conference 'Trovare soluzioni per fare banca in tempo di crisi: il Green Banking tra criticit nell'accesso al credito e sviluppo di nuovi mercati" che il Green Globe Banking Award.
La giornata comprender quindi sia un momento di approfondimento con i maggiori esperti del settore che una premiazione dove verranno riconosciute le banche pi meritevoli.
Ricordiamo che il Green Globe Banking Award, dedicato alle migliori pratiche ambientali del sistema bancario e finanziario, pu contare sulla credibilit acquisita in tanti anni di esperienza e sull'imparzialit garantita dal fatto di essere una iniziativa completamente no profit.
Le banche interessate a iscriversi a questa iniziativa - la prima in Italia dedicata al Green Banking - potranno mettere a confronto le rispettive iniziative per contendersi il Green Globe Banking Award, che viene assegnato da una giuria al di sopra delle parti.
Il Green Globe Banking Award in passato ha premiato sia piccole banche strettamente legate al territorio, sia realt pi strutturate come Intesa SanPaolo e Ubi Banca.
Ma nell'Albo d'oro dei vincitori entrer anche la Banca che sar in grado di dimostrare le migliori performance sul piano della riduzione degli impatti diretti, ovvero dei consumi interni dell'istituto bancario.
Il Premio ad Honorem, infine, si rivolge a una platea pi ampia ed dedicato all'organizzazione, societ o persona che si sia particolarmente distinta sul piano della tutela ambientale.
Per maggiori informazioni e per le iscrizioni consultate il sito www.ggbanking.it


Quest' opera distribuita con Licenza Creative Commons

licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia.

Sei in Green Globe Banking | Blog - The Green Banker

Green Banking

Il primo libro italiano sul marketing bancario verde

@GGBanking

Commissione Europea Rappresentanza a Milano
Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare
Stati Generali della Green Economy - gdl 8
Ministero dello Sviluppo Economico
ACRI Associazione di Fondazioni e di Casse di Risparmio Spa
ANCI Associazione Nazionale Comuni Italiani
Associazione Nazionale fra le Banche Popolari
Assoreca
CIA Confederazione Italiana Agricoltori
Consiglio Nazionale delle Ricerche
Enea
Società Geografica Italiana
Touring Club Italiano
AIBE Associazione Banche Estere in Italia
AssoRinnovabili
Confagricoltura
Coordinamento Free
Kyoto Club
PLEF Planet Life Economy Foundation
Unioncamere